Traguardo

panem et circenses - al giorno d'oggi

La gente non vuole la guerra, è il gruppo dominante a decidere l'evento.
Il problema è... convincere e trascinare la gente!
( Göbbels - inventore fiaccola olimpica 1936 )
I psicologi delle masse lo sanno - il gruppo dominante lo sa.. il gioco è fatto!
Lo chiamano sport, quel percorso che dal gruppo porta al gregge e dal gregge al branco!

Libertà è dire quello che non tutti vogliono sentire.

Per un sano e divulgato sport
non c’è facoltà universitaria,
non si conosce pedagogia,
non c’è tempo e . . .  tantomeno interesse!

G. WASHINGTON: discorso pubblico - la sua politica verso gli indiani

Il nostro obiettivo immediato è la totale distruzione e devastazione dei loro insediamenti.
Sarà essenziale distruggere ed impedire che continuino a coltivare la terra.

A. LINCOLN: discorso pubblico sui i negri - Charleston 8 sett. 1858:

C’è una differenza fisica tra la razza bianca e quella nera che credo impedirà sempre alle due razze di vivere insieme in condizioni di eguaglianza sociale e politica.

ANTHONY TROLLOPE pubblica il proprio pensiero, ufficialmente condiviso dalla Gran Bretagna, verso gli aborigeni australiani:

Dell'uomo nero australiano possiamo certamente dire che deve andarsene.
Che egli debba perire senza inutili sofferenze dovrebbe essere l'obiettivo di tutti coloro che sono interessati alla cosa.

Siccome ognuno di noi sospira e dice
di non avere altra scelta che superare il suo prossimo,
il nostro prossimo si sente costretto a fare lo stesso.
In questo modo si diventa parte di quell'anonimo LORO
con cui ognuno si riferisce agli altri.

Alfie Kohn

Le convinzioni delle masse popolari non provengono dal pensare, bensì da persuasioni, ovvero da non percepite imposizioni intercalate da parte del gruppo dominante.

Non si riesce a costruire il proprio io?
. . . Andiamo allo stadio!

La vera finalità degli organi ufficiali dello sport nazionale:
immettere nella popolazione uno stato latente di consapevolezza e di allerta verso il congegnato nemico di turno.

E... viene chiamato sport ma è il percorso di quell'inganno che porta dal gruppo al gregge e dal gregge al branco!

La disinformazione è il cattivo uso della verità.
Chi la diffonde è colpevole, chi le crede, imbecille!

Guy Debord

Parlane nel BLOG con l'autore >

icona libro titolo

IL CAMPIONE MARIO-NETTA

..dopo tanti anni nessuno mi ha detto
che non era sport..